Crostata alla Barbabietola con Rose di Mele e Marmellata di Amarene

Sì, avete letto bene, crostata alla barbabietola. Ho aggiunto la barbabietola cotta all’impasto per la frolla sperando di ottenere una frolla rossa/rosa senza usare coloranti. Beh, la frolla è si rosa/rossa ma in cottura scurisce leggermente quindi se volete una frolla dal colore brillante e super rossa, dovete cedere al colorante alimentare 🙂

In ogni caso, provatela perché è davvero buona! Abbinata ad una marmellata dolce è ottima, potete prepararci anche dei biscottini da farcire sempre con della marmellata.

Crostata alla Barbabietola con Mele e Amarene

Per un crostata in teglia diametro 22/24 cm:

  • 100 gr di barbabietola precotta (la trovate sottovuoto nel banco frigo delle verdure!)
  • 100 gr di zucchero di canna (io ho utilizzato quello moscovado integrale)
  • 100 gr di olio di semi di mais
  • 350 gr di farina 00 + altra per infarinare il tagliere
  • 2 gr di lievito per dolci
  • 1 uovo + 1 tuorlo
  • 150 gr di Marmellata di amarene o ciliegie qb
  • 3 mele rosse biologiche da circa 200 gr l’una
  • 800 gr di acqua
  • 250 gr di zucchero
  • Il succo di 1/2 limone
  • 1 noce di burro
  • Ciliegie candite per decorare
  1. Cominciamo dalla frolla: frullate lo zucchero di canna fino a ridurlo in polvere come lo zucchero a velo.
  2. Tagliate a pezzetti la barbabietola e frullate insieme all’olio con un minipimer, dovete ridurla in una crema omogenea senza pezzetti.
  3. In una ciotola, sbattete con una frusta l’uovo, il tuorlo e lo zucchero frullato.
  4. In un’altra ciotola o nella planetaria versate la farina mescolata/setacciata con il lievito, create una cavità centrale e versatevi sia le uova sbattute con lo zucchero, sia la crema di barbabietola.
  5. Amalgamate il tutto con le fruste a bassa velocità o con una forchetta e quando avrete un composto abbastanza omogeneo sposatevi su un tagliere infarinato per continuare a impastare a mano.
  6. Dovrete impastare qualche minuto per ottenere un composto morbido ed elastico, sarà più morbido rispetto alla pasta frolla normale, se troppo appiccicoso aggiungete poca farina.
  7. Una volta pronto, schiacciatelo leggermente, avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare in frigo per circa 2 ore.
  8. Fate scaldare il forno a 180 gradi.
  9. Riprendete la frolla e preparate il tagliere infarinato per stenderla con il matterello, dovrete ottenere uno spessore di circa 5 mm.
  10. Posizionate la teglia della crostata sopra la pasta per ritagliare il disco di frolla delle dimensioni giusto per ricoprire il fondo.
  11. Imburrate la teglia e infarinatela (o copritela con carta forno), rivestite il fondo della teglia con il disco di frolla ritagliato e poi tagliate delle strisce di impasto per creare il bordo laterale della crostata, schiacciandolo leggermente sulla base e sui lati per farlo aderire.
  12. Se volete fare il buco al centro come ho fatto io, dovrete fare qualche passaggio in più per tagliare la pasta e usare uno stampo a cerniera per ciambelle o usare al centro una coppa pasta che possa andare in forno.
  13. Bucherellate con una forchetta la frolla, distribuite la marmellata sul fondo e infornate a 180 gradi per 25 minuti.
  14. Nel frattempo preparate le mele: lavatele bene visto che non le sbucceremo, eliminate il torsolo e tagliatele a fettine molto sottili, max 2/3 mm.
  15. In una pentola portare a ebollizione l’acqua con lo zucchero e il succo di limone, quando bolle mettere a cuocere le fettine di mela (non tutte insieme, dividetele in 4 porzioni) e cuocetele ogni porzione di fettine per 3 minuti.
  16. Ogni volta scolatele su un piatto usando un mestolo forato e lasciatele asciugare e intiepidire.
  17. Nel frattempo la base della crostata sarà pronta, sfornatela e rimuovetela dalla teglia.
  18. Stendete un foglio di carta forno sul vostro tagliere, dove andrete a lavorare le mele per ottenere le roselline: disponete le fettine in fila, ogni fetta dovrà essere sovrapposta per metà alla fetta precedente, arrotolatele poi su se stesse ottenendo una rosellina. Potete farne di diverse dimensioni, più fette usate, più saranno grandi le rose.
  19. Disponetele man mano sulla crostata e aggiungete qualche ciliegia candita qua e là!
  20. Coprite con la pellicola e conservate in frigo, la crostata può essere conservata per 2/3 giorni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...