Arrosto di Rana Pescatrice ripieno di Carciofi

La rana pescatrice anche conosciuta come coda di rospo (quando già pulita senza testa) è un pesce diffuso nel mediterraneo, tanto brutto quanto buono!

Le sue carni magre e prelibate con la cottura diventano bianche e rimangono compatte; è quindi adatta per diversi tipi di cotture: alla piastra, con primi piatti sopratutto risotti, stufata o al vapore. Proprio per la sua consistenza ho pensato di prepararla a mo’ di arrosto e il risultato è stato ottimo.


Per due porzioni

1 coda di rospo già pulita da 500/600 gr

2 carciofi

100 gr di pancetta affumicata stesa affettata sottile (tagliata tipo Bacon, non tonda)

1 spicchio di aglio

Vino bianco secco qb

Olio evo qb, sale e pepe

Fagiolini verdi qb (per contorno)

Spago da cucina

  1. Cominciare la preparazione dai carciofi. Pulire due carciofi eliminando il gambo, le foglie più dure esterne e tagliando la punta (più dura e spinosa). Tagliarli a metà e rimuovere la ‘barba’ centrale con un cucchiaino e tagliarli poi a spicchi sottili.
  2. Scaldare in padella 2 cucchiai di olio con uno spicchio di aglio e aggiungere poi i carciofi: rosolarli per un paio di minuti, salare, pepare e aggiungere un bicchiere di acqua. Cuocere per 15 minuti a fiamma media, saranno pronti quanto morbidi.
  3. Rimuovere dalla coda di rospo (già pulita) la lisca centrale ed eventuali residui di pelle, massaggiarla con olio sale e pepe.
  4. Disporre su un foglio di carta forno le fette di pancetta leggermente sovrapposte e riporvi al centro la pescatrice.
  5. Adagiare al suo interno i carciofi quando pronti e scolati dal liquido di cottura e aiutandovi con la carta forno  avvolgete completamente la pescatrice con la pancetta.
  6. Chiudere bene ”l’arrosto” con lo spago da cucina.
  7. Adagiare la pescatrice in una teglia da forno, coprire il fondo con mezzo bicchiere scarso di vino bianco, condire con un filo di olio evo e cuocere per 30 minuti a 180 gradi (forno ventilato).
  8. Nel frattempo preparare i fagiolini al vapore (20 minuti sono sufficienti) o come preferite.
  9. Servire togliendo lo spago e tagliando a fette spesse l’arrosto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...