Torta Angelica

La torta Angelica è una famosissima ricetta delle sorelle Margherita e Valeria Simili, gemelle di Bologna che nel 1979 aprirono una panetteria, dopo l’esperienza nel forno di famiglia, e che hanno dedicato la vita alla didattica insegnando panificazione e cucina in tutta Italia ma anche nel resto del mondo.

Se volete saperne di più vi consiglio di leggere Pane e roba dolce.

La ricetta che trovate di seguito è fedele all’originale, salvo per la farcitura dove ho utilizzato gocce di cioccolato anziché uvetta e pinoli e per la copertura dove ho usato semplice zucchero a velo anziché la glassa di zucchero a velo e albume.

Torta Angelica

Per il lievitino:

  • 135 gr di farina tipo 0 Manitoba
  • 1 cucchiaini di zucchero
  • 75 gr di acqua tiepida
  • 5 gr di lievito di birra secco oppure 13 gr fresco

Per la torta:

  • 400 gr di farina tipo 0 Manitoba
  • 120 gr di latte
  • 3 tuorli medi
  • 120 gr di burro
  • 80 gr di zucchero
  • 1 pizzico di sale

Per la farcitura:

  • 50 gr di burro
  • 100 gr di gocce di cioccolato (la ricetta originale prevede invece 120 gr di uvetta e 50 gr di pinoli

Per la copertura:

  • Zucchero a velo (la ricetta originale prevede una glassa fatta con 4 cucchiai di zucchero a velo e 1 albume)
  1. Cominciamo dal lievitino: sciogliete in lievito nell’acqua tiepida e aggiungetelo alla farina e allo zucchero e amalgamate fino a ottenere un piccolo panetto. Coprite con un panno di cotone umido e lasciate lievitare per mezz’ora, dovrà raddoppiare di volume, potete chiuderlo nel forno con la luce accesa.
  2. Mentre lievita, prepariamo il resto dell’impasto: tagliate il burro a tocchetti e lasciatelo ammorbidire a temperatura ambiente. Scaldate leggermente il latte, deve essere appena tiepido. Sbattete con una forchetta i tuorli con lo zucchero e poi aggiungete a filo il latte sempre mescolando.
  3. In planetaria o in un’altra ciotola più capiente, preparate la farina con un pizzico di sale, create una conca al centro e versate il composto di uova/latte/zucchero. Amalgamatelo man mano alla farina usando il gancio della planetaria oppure lavorandolo a mano su un piano e unite man mano il burro a tocchetti.
  4. Continuate a lavorare l’impasto fino a quando non sarà omogeneo (nella planetaria dovrà incordarsi).
  5. A questo punto il lievitino sarà pronto: unitelo all’impasto e lavorateli insieme, sempre in planetaria con gancio o su un piano di lavoro, fino a che non saranno un unico impasto omogeneo.
  6. Coprite nuovamente la terrina con un panno di cotone umido e lasciate lievitare per 2 ore, sempre fino al raddoppio e come prima nel forno spento con luce accesa.
  7. Poco prima di riprendere l’impasto fate sciogliere il burro per la farcitura, così che sia tiepido.
  8. Una volta pronto l’impasto infarinate una spianatoia e stendetelo ottenendo un rettangolo dallo spessore di 3 mm circa.
  9. Spennellatelo con il burro (ve ne avanzerà un po’) e cospargetelo con le gocce di cioccolato oppure con uvetta e pinoli(se usate l’uvetta dovete lasciarla prima in ammollo e poi scolarla) .
  10. Arrotolate l’impasto su se stesso per il lato più lungo.
  11. Tagliate il rotolo a metà con un coltello affilato per il senso della lunghezza, in sostanza dovrete avere due strisce di cui vedrete i vari strati di farcitura.
  12. Intrecciate le due strisce lasciando visibile verso l’alto il lato tagliato da cui si vede la farcitura e chiudetele a formare una ciambella.
  13. Spennellate la ciambella con il burro avanzato , mettetela su una teglia coperta di carta forno e lasciatela lievitare per altri 40 minuti.
  14. Scaldate il forno a 200 gradi e infornate per 20/25 minuti fino a ottenere una bella doratura.
  15. Se desiderate spennellarla con la glassa preparatela mentre la torta cuoce: sbattete l’albume con lo zucchero a velo, si raddenserà. Quando la torta è pronta copritela con la glassa e rimettetela nel forno spento ad asciugare per qualche minuto. Diversamente potete cospargerla semplicemente con lo zucchero a velo.
Sezione tagliata prima di intrecciare
Intrecciata e pronta per il forno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...